008
One Piece: Unlimited World Red! In Arrivo su PS4 e PC Steam
Boruto The Next Generation: Un nuovo anime in Primavera 2017
Naruto to Boruto: Shinobi Striker Teaser Trailer
Yu-Gi-Oh! The Dark Side of Dimensions - Nuovo FIlm nel 2016
Lupin Terzo: Nuovo film in arrivo nel 2017
One Piece Film: Gold! Teaser Trailer e Informazioni
Detective Conan Movie: The Darkest Nightmare

Rasengan

Il Rasengan è una tecnica ninja che appare nell’anime e manga Naruto; è un’Arte Magica inventato dal Quarto Hokage, che, per completarla e perfezionarla, ha impiegato tre anni. L’Hokage l’ha successivamente insegnata al suo maestro Jiraiya, uno dei Tre Ninja Leggendari, che l’ha fatta imparare anche a Naruto. Si scopre in seguito che Kakashi ha copiato questa tecnica o dal suo maestro il Quarto Hokage o da Naruto o da Jiraiya. Essa consiste nella rotazione del chakra fatto fuoriuscire dalla mano, in modo da creare un vortice di energia in grado di mettere al tappeto anche un avversario esperto. Il Rasengan occupa il secondo grado dei sei gradi di difficoltà delle tecniche, infatti per apprenderlo e saperlo padroneggiare bisogna superare un duro allenamento composto di tre fasi, ognuna più difficile della precedente.

L’Allenamento

Poco dopo l’invasione della Foglia e la morte del Terzo Hokage, Naruto e Jiraiya vanno alla ricerca del suo successore: Tsunade. Prima di mettersi in cammino, Jiraiya convince Naruto a venire insieme a lui, dicendogli che, se fosse venuto, gli avrebbe insegnato una tecnica ancora più stupefacente del Mille Falchi (Chidori), imparata da Sasuke poco tempo prima. Allora Naruto e il suo maestro si mettono in cammino alla ricerca di Tsunade. Mentre sono in viaggio, si fermano per qualche giorno a Tanzako, una città di collegamento vicina a Konoha. Lì Jiraiya mostra a Naruto il Rasengan, anche se non usa tutta la sua potenza, su un Chunin del Villaggio della Roccia. Naruto stupefatto chiede a Jiraiya se può insegnargliela. Quest’ultimo lo avverte che questa è una tecnica di secondo grado di difficoltà ed è stata inventata e perfezionata dal Quarto Hokage in persona che ha impiegato tre anni per crearla, ma Naruto non si tira indietro e comincia gli allenamenti. Jiraiya dice a Naruto che per impararla è necessario superare tre fasi.

Prima Fase

Sotto la guida del suo maestro, Naruto inizia la prima prova che consiste nella rotazione cioè far ruotare il chakra all’interno di un palloncino per poi farlo esplodere, Naruto inizialmente fa ruotare il chakra soltanto in un verso ma, dopo qualche giorno, scopre, vedendo il movimento di un gatto, che per farlo esplodere deve far ruotare il chakra in più versi. Allora, anche se con due mani, riesce a far ruotare il Chakra in moltissimi versi e far esplodere il palloncino.

 

Seconda Fase

Subito dopo aver terminato la Prima Fase, Naruto comincia subito la seconda. La Seconda Fase consiste nella potenza e Naruto deve riuscire a far esplodere con il Chakra una palla di plastica, Jiraiya sostiene che la seconda fase è cento volte più difficile della prima. Naruto per completare questa prova impiega molto più tempo che in quella precedente, inoltre dopo molti giorni di duro allenamento si sente tremare le mani ed a esercitarsi sente un dolore immenso. Ma dopo capisce che se riesce ad aumentare il dolore fino al limite massimo e poi a rilasciare il chakra tutto d’un colpo probabilmente la palla cederà, ed infatti, provandoci, l’idea riesce con successo ma nonostante tutto Naruto fa soltanto un buco alla palla e ancora non la fa esplodere. Per farla esplodere Naruto ricorre ad un aiuto di Jiraiya che gli dice che per emettere meglio il chakra nella palla si deve concentrare su un solo punto, con questo aiuto Naruto riesce a far esplodere in mille pezzi la palla ma si scotta le mani dal Chakra che emette.

Terza Fase

La Terza ed ultima Fase è nettamente più difficile delle due precedenti: infatti Naruto deve riuscire a mettere in pratica tutto quello che ha imparato finora riuscendo a concentrare il chakra in un palloncino, successivamente nella mano, senza disperderlo. Successivamente trovano Tsunade, che aveva appena incontrato Orochimaru, Naruto ingaggia una piccola sfida con lei, sferrandogli anche se senza successo la nuova tecnica. Vedendo che Naruto non è ancora capace di padroneggiare il Rasengan, Tsunade organizza una scommessa con Naruto, nella quale deve riuscire ad avere la padronanza totale del Rasengan in una settimana. Se ci riuscisse, riceverebbe da Tsunade un ciondolo con un minerale raro, appartenuto al Primo Hokage, fatto col suo stesso chakra, che per Tsunade (nipote del Primo) vale come la sua stessa vita. Naruto l’ultimo giorno, proprio nello scontro con Orochimaru dove avviene la battaglia leggendaria, riesce a sferrare l’attacco completo contro Kabuto, scagnozzo di Orochimaru. Per sferrare il Rasengan, Naruto deve creare una copia di sè stesso per comprimere il chakra; Naruto quindi vince la scommessa e ottiene così il ciondolo di Tsunade. Tuttavia, dopo l’allenamento con Fukusaku, Naruto, in Modalità Eremita, riesce ad utilizzare anche 2 Rasengan contemporaneamente senza il supporto di cloni.

 

Variazioni del Rasengan

Rasengan Vermiglio: E il Rasengan utilizzato da Naruto nello stadio della Volpe a nove code ad una coda. Anche se il nome sembra riferirsi al rosso vermiglio, il colore del chakra di questo Rasengan sembra essere viola (probabilmente dalla fusione del colore rosso del chakra demoniaco con il celeste del Rasengan) e inoltre si presenta più potente e più grosso di un normale Rasengan.

 

Rasengan Superiore: E un Rasengan di dimensioni superiori al normale utilizzato prima da Naruto e poi da Jiraiya. Nell’anime della seconda serie, Naruto, durante l’allenamento con Jiraiya, inventa questa tecnica mentre cerca di sfuggire ad un genjutsu di Gamariki. In seguito, Naruto utilizza questa nuova tecnica, sotto consiglio di Jiraiya, per sconfiggere il Re Conchiglia. Questa tecnica non viene utilizzata spesso, in quanto probabilmente richiede un quantitativo superiore di chakra rispetto alle altre varianti del Rasengan.

 

Rasengan Arte del Vento: E il primo stadio della fusione del chakra Vento nel Rasengan creato da Naruto. Viene “testato” da Naruto facendolo scontrare con il Rasengan di Kakashi. Il jutsu di quest’ultimo viene dissolto lasciando la mano del maestro con evidenti seppur lievi ferite. Questa tecnica viene riutilizzata da Naruto combinandola con la Corrente Distruttiva del maestro Yamato per poter formare l’Inondazione Turbinante e contrastare il jutsu lanciato da Kakuzu ai danni di Kakashi e del Team 10.

 

Doppio Rasengan: E semplicemente un doppio Rasengan utilizzato contemporaneamente da Naruto senza il supporto di cloni. Viene appreso dopo l’allenamento con Fukusaku. Questa tecnica ha un effetto doppio rispetto a quello del Rasengan, ma rimane comunque inferiore al Rasengan Superiore. Jiraiya è in grado di utilizzare questa tecnica senza essere in modalità eremitica, infatti la usa per spiegare a Naruto la terza fase del rasengan.

 

Rasengan Titanico: E simile a quello originale e al Rasengan Superiore, ma molto più grande. Fino ad ora gli unici ninja capaci di utilizzarlo sono Jiraiya e Naruto, entrambi in Modalità Eremitica. Durante lo scontro dentro sè stesso contro la Volpe a Nove code, Naruto utilizza una tecnica simile: Modalità Eremitica: Rasengan Titanico

 

Sbarramento Rasengan: Viene usato per la prima volta da Naruto nel combattimento dentro sè stesso contro la Volpe a Nove code. Naruto crea centinaia di copie le quali effettuano un Rasengan a testa. Dunque le copie si lanciano tutte simultaneamente contro l’avversario colpendolo contemporaneamente con un muro di Rasengan creando un colpo devastante. Naruto ne utilizza una variazione anche in Modalità Eremita, diventando il Rasengan di Sbarramento Titanico. La differenza con la versione originale è che in questo caso le copie, in Modalità Eremita, non utilizzano il normale Rasengan, ma il Titanico, creando un effetto ancora maggiore, tanto da essere in grado di danneggiare seriamente la Volpe.

 

Biju Rasengan: Questa tecnica è una fusione tra il chakra del Rasengan e quello della Volpe a Nove code. Visto che Naruto non riesce a trasformarsi nel demone, non può nemmeno utilizzare la sfera dei Cercoteri. Dopo che Bee ha appreso che il Rasengan deriva dalla sfera dei Cercoteri decide di allenare Naruto affinché possa utilizzare un Rasengan unito al potere della Volpe che Naruto è riuscito a recuperare. Quando utilizza il chakra del demone, Naruto non è in grado di moltiplicarsi in quanto la Volpe potrebbe approffittare per risucchiare il chakra di Naruto e ucciderlo. Perciò Naruto è costretto a creare delle mani con il chakra in modo da utilizzare il Rasengan. Il colore di questo Rasengan è nero e sembra essere persino più pesante di un normale Rasengan, infatti Naruto fa molta fatica a tenerlo tra le mani.

 

Super Rasengan: E una tipologia di Rasengan utilizzato da Naruto nel film Naruto Shippūden: The Lost Tower e si ottiene in combinazione mescolando il Chakra del Rasengan di Naruto con quello del quarto Hokage, Minato Namikaze, formando una specie di tornado simile all’attacco zanne perforanti di Kiba, molto potente in fase di attacco, ed altrettanto utile per pararsi dagli attacchi nemici.

 

Rasenshuriken: Questo è il Rasenshuriken, ovvero la forma completa del rasengan, considerata una tecnica incompleta, che nessuno prima di Naruto,nemmeno il Quarto Hokage, riuscì a portare a termine. Infatti la tecnica suddetta è un rasengan in cui è stato impastato il chakra del vento, l’unico elemento in grado di essere controllato da Naruto. Il nome deriva proprio dalla forma. Il Rasenshuriken è molto potente poichè una volta colpito il bersaglio eplode in un infinita quantità di aghi di chakra che distruggono irrevocabilmente il nemico. Tuttavia, Naruto la userà in una circostanza in quanto questa causa danni molto gravi al braccio dell’utilizzatore ostruendone i dotti di chakra.

 

Rasenshuriken Eremitico: Il Rasen Shuriken Eremitico è la forma utilizzata da Naruto durante la modalità eremitica. La tecnica è ancora piu potente della versione standard in più ha la peculiarità di essere lanciata contro il bersaglio prescelto. Questa, inoltre, non causa nessun danno all’utilizzatore.

 

Mini Rasenshuriken: Il Mini Rasen Shuriken è una variante creata da Naruto quando utilizza il chakra della Volpe. E’ la versione mini del Rasen Shuriken normale che egli genera su un dito e scaglia ad alta velocità cotro i nemici Sebbene sia piccolo è molto potente.

 

Rankaiten Rasengan (Planetario): Il Rasengan Planetario è una variante creata da Naruto quando utilizza il chakra della Volpe. Egli crea quattro Rasengan (uno piu grande e gli piu piccoli) disposti come un sistema planetario. E’ estremamente potente, infatti una volta colpito il bersaglio i rasengan generano dei turbini potentissimi che  scagliano via il nemico ad una velocità incredibile oltre a danneggiarlo interiormente.

 

881 Utenti hanno visto questa pagina