008
One Piece: Unlimited World Red! In Arrivo su PS4 e PC Steam
Boruto The Next Generation: Un nuovo anime in Primavera 2017
Naruto to Boruto: Shinobi Striker Teaser Trailer
Yu-Gi-Oh! The Dark Side of Dimensions - Nuovo FIlm nel 2016
Lupin Terzo: Nuovo film in arrivo nel 2017
One Piece Film: Gold! Teaser Trailer e Informazioni
Detective Conan Movie: The Darkest Nightmare

Cercoteri

bijuu_by_goriverde-d5syir4

I cercoteri sono nove grandi demoni. Quelli visti fino ad ora sono leggermente più grandi di Gamabunta, alto a sua volta più di 100 metri. Ognuno ha un numero differente di code. Il demone tasso della sabbia, ad esempio, sembra possedere un livello di chakra diverse volte maggiore rispetto alla quantità di un normale essere umano, mentre il chakra della volpe a nove code è praticamente illimitato paragonato ai normali standard umani oltre ad essere, con tutta probabilità, il chakra più potente in assoluto (anche se lo stesso cercoterio si rivolge a Sasuke dicendogli che il chakra degli Uchiha è più diabolico e malvagio del proprio). Nonostante la loro impareggiabile forza e potenza, tuttavia, non tutti i cercoteri sono in grado di usare efficacemente le loro capacità. Il demone a tre code, per esempio, non possedendo l’intelletto necessario a controllare la propria forza, risulta molto più debole e domabile.
Coloro in cui è stato sigillato alla nascita un cercoterio vengono chiamati forze portanti (Jinchuuriki).

Ichibi – il Demone Tasso Monocoda
Shukaku
Nome: SHUKAKU – della sabbia
Numero Code: 1 coda
Tipo di creatura: Tanuki
Portatore: Bunpuku, Gaara
Prima Apparizione: Capitolo 134

 


Descrizione: Il Demone ad Una Coda è un cane procione (animale molto simile al tasso) e fu sigillato dentro Gaara da Chiyo, sotto ordine del padre di Gaara, il quarto Kazekage, usando la madre del ragazzo come sacrificio per la tecnica di sigillo. Lo Shukaku ebbe altri due ospiti prima di Gaara, morti entrambi durante il processo di estrazione. Il demone è intelligente ma incoerente, con il comportamento simile a quello di un ebbro. La parola Shukaku stessa può essere tradotta con “ubriaco” dal giapponese.

Come forza portante del cercoterio, Gaara ha l’abilità di muovere e far levitare la sabbia con la sola forza delle volontà. Viene inoltre protetto tutte le volte da uno scudo di sabbia, che si attiva a prescindere che lui lo voglia o meno (perfino gli attacchi auto-inflitti vengono fermati dalla sabbia). Gaara soffre inoltre di un’insonnia che dura da quando è nato, un effetto collaterale all’essere l’ospite del demone tasso; ogni volta che si addormenta, infatti, il demone ne approfitta per divorare lentamente la sua anima.
Quando arrabbiato o particolarmente assetato di sangue, Gaara comincia a trasformarsi in una versione “umana” della bestia coprendosi di sabbia. La sabbia prende la forma del demone tasso e incrementa notevolmente le sue abilità oltre che al chakra. Mentre è in questa forma, Gaara ottiene un’immensa forza, resistenza e l’abilità di usare shuriken di sabbia. Può anche allungare i suoi arti di sabbia senza che questi si indeboliscano.
 

Nibi – il Demone Gatto Bicoda
c4b8e172e4b98d06cf64f115f56b663a
Nome: MATATABI – demone Gatto
Numero Code: 2 code
Tipo di creatura: Gatto
Portatore: Yugito Nii
Prima Apparizione: Capitolo 313

Descrizione: Il Demone a Due Code è un gatto ed il suo ospite Yugito Nii, fu catturato da Hidan e Kakuzu, membri di Akatsuki, poco dopo la sua introduzione. Nonostante avesse portato i suoi due inseguitori in uno spazio chiuso, bloccando le entrate, e si fosse trasformata nel Demone Gatto, Yugito fu sopraffatta e resa inconscia dai due. Zetsu arrivò poco dopo per portarla via. Successivamente Alba estrarrà il demone dal suo corpo e Zetsu divorerà il cadavere. Nelle facoltà di Nibi rientra la possibilità di emettere fiamme dal calore e distruttività superiori al normale.

 

Sanbi – il Demone Tartaruga Tricoda
51b4b8d7a650091ee9ea39875bdfd998
Nome: ISOBU – Demone Tartaruga
Numero Code: 3 code
Tipo di creatura: Tartaruga
Portatore: Rin Nohara, Yagura
Prima Apparizione: Capitolo 317

Descrizione: Demone a Tre Code è un enorme tartaruga catturato da Deidara e Tobi. Le sue caratteristiche (le corna e le tre code), lo rendono simile all’Isonade, essere mitologico giapponese. Non possiede le zampe posteriori e per rimanere in equilibrio utilizza le sue tre lunghe code.

Le sue abilità sono sconosciute in quanto, nella sua breve apparizione, ha fatto poche mosse per attaccare i nemici. Nonostante la sua immensa mole è un essere molto veloce: riesce a stare al passo con Tobi mentre questo corre sull’acqua. Mentre Tobi distrae la bestia, Deidara riesce a colpirlo utilizzando un pesce d’argilla esplosivo. Non è chiaro se questo segni la fine della battaglia in quanto Tobi sostiene che sia stato il suo jutsu a batterlo contrariamente a Deidara.

Diversamente dagli altri cercoteri, il Demone Tartaruga non possiede, al momento della cattura, una forza portante e, per questo motivo, risulta molto simile ad un animale selvaggio per quanto riguarda il comportamento. Secondo Deidara, in mancanza di un portatore, la bestia è più debole poiché non in grado di usare al massimo i suoi poteri.

 

Yonbi – il Demone Gorilla Tetracoda
render-biju4tails-yonbi
Nome: SON GOKU – Gorilla a 4 code
Numero Code: 4 code
Tipo di creatura: Gorilla
Portatore: Roshi
Prima Apparizione: Capitolo 567

Descrizione: Son Goku, nome datogli dall’Eremita dei Sei sentieri, o Demone a Quattro Code ha l’aspetto di un Gorilla con quattro code ed è uno dei cercoteri appartenenti al Villaggio della Roccia. In passato è stato sigillato all’interno di Roshi.
Dopo la cattura di Roshi da parte dell’Organizzazione Alba, il demone è stato sigillato all’interno della statua del Dio della Morte insieme al demone a tre code.

Il demone ha la capacità di controllare l’elemento Lava, ovvero la combinazione dei tipi di chakra di Fuoco e Terra.
Son si vanta anche dei titoli di Gran Saggio Pari del Cielo e Affascinante Re delle Scimmie, due dei titoli del Son Goku mitologico. Il design di questo Cercotero è stato ispirato all’aspetto che il protagonista di Dragon Ball, Son Goku, occasionalmente assume, quello di un gorilla enorme, e il suo numero di code ricorda la sfera che custodiva il giovane Goku.

 

Gobi – il Demone Ibrido Pentacoda
5-code-naruto
Nome: KOKUOU – Demone a 5 code
Numero Code: 5 code
Tipo di creatura: Cavallo-Delfino
Portatore: Han
Prima Apparizione: Capitolo 566

Descrizione: Kokuou conosciuto anche come Re Koku o Demone a Cinque Code ha l’aspetto di un ibrido a metà tra un delfino e un cavallo Bianco ed è uno dei cercoteri appartenenti al Villaggio della Roccia. In passato è stato sigillato all’interno di Han. Dopo la cattura di Han da parte dell’Organizzazione Alba, il demone è stato sigillato all’interno della statua del Dio della Morte.
 
Rokubi – il Demone Lumaca Esacoda
20iaywy
Nome: SAIKEN – Demone Lumaca
Numero Code: 6 code
Tipo di creatura: Lumaca
Portatore: Utakata
Prima Apparizione: Capitolo 567

Descrizione: Rokubi è il Demone a Sei Code. Il suo aspetto è simile a quello di un Lumacone, ricoperto di una sostanza verosimilmente viscida e appicicosa. Come Naruto e Killer Bee, questa Forza Portante riesce a ricoprirsi di un mantello di chakra, per poi trasformarsi direttamente nel demone. Utakata si è trasformato nella Lumaca a Sei Code, per la prima volta, mentre il suo maestro cercava di dividerlo dal demone. La seconda volta è stato quando Utakata, ha assorbito il jutsu proibito sigillato in Hotaru. Successivamente a questi fatti, Utakata viene catturato da Pain e il demone viene sigillato da Pain, Konan, Madara, Zetsu e Kisame.

 

Nanabi – il Demone Insetto Eptacoda
chomei
Nome: CHOUMEI – demone scarabeo
Numero Code: 7 code
Tipo di creatura: Scarabeo
Portatore: Fu
Prima Apparizione: Capitolo 570

Descrizione: Lucky Seven Choumei o Demone a Sette Code, ha l’aspetto di un Insetto (all’epoca dell’Eremita dei Sei Sentieri aveva l’aspetto di una larva) ed è il cercotero appartenente al Villaggio della Cascata. L’ultima Forza portante nella quale fu sigillato è Fuu. Dopo la cattura di Fuu da parte dell’Organizzazione Alba, il demone è stato sigillato all’interno della statua del Dio della Morte.
Non si conoscono le abilità di questo cercotero, ma sappiamo che era in grado di volare grazie alle sue ali. Il nome del cercoterio è probabilmente derivato dall’uccello mitologico cinese Chongmingniao.

 

Hachibi – il Demone Bue Ottacoda
hachibi_render_by_xuzumaki-d498vsz
Nome: GYUKI – Demone Bue
Numero Code: 8 code
Tipo di creatura: Bue
Portatore: Fukai, Killer Bee
Prima Apparizione: Capitolo 413

Descrizione: Il Demone ad Otto Code è un Ushi-Oni, demone della mitologia giapponese tradizionalmente rappresentato come un enorme bue con quattro corna di cui una spezzata, uno spuntone sul mento anch’esso spezzato e otto code simili ai tentacoli di un polpo. Il portatore del cercoterio è un membro del clan Yotsuki del Villaggio delle Nuvole. Un segno riconoscibile della presenza del demone sono le due corna tatuate sulla guancia sinistra del portatore. Come Naruto, questa Forza Portante riesce a ricoprirsi di un mantello di chakra di otto code, per poi trasformarsi direttamente nel demone.

Questo cercoterio è, insieme al Demone Volpe, l’ultimo ancora libero e non estratto dall’Organizzazione Alba. Dopo un lungo combattimento il Team Falco riesce a sconfiggere la forza portante grazie all’Amaterasu di Sasuke. Killer Bee riesce comunque a salvarsi grazie a una tecnica di trasformazione combinata con la bestia.

Nel capitolo 471, invece, Killer Bee, nello scontro contro Kisame, mostra di poter anche semi-trasformarsi in Hachibi prima dell’ottava coda, ovvero come la trasformazione di Naruto in “Volpe a Quattro Code” e “Volpe a Sei Code”. Killer Bee sembra rimanere cosciente in quello stadio, nonostante le otto code, e anche per lui incomincia ad apparire lo scheletro del Demone Bue. Un capitolo più avanti, il Ninja delle Nuvole dimostra di saper effettuare una trasformazione parziale nel suo cercoterio: alcune delle sue code di chakra si trasformano in veri e proprio tentacoli, che sono le code della forma completa dell’Hachibi. Inoltre, Bee riesce a sputare inchiostro, imitando uno stile di combattimento simile a quello della piovra. A differenza di altri cercoteri il Demone Bue sembra avere un rapporto molto più amichevole e aperto nei confronti della sua forza portante ed afferma che incontrando Killer Bee abbia perso qualunque istinto malvagio.

 

Kyubi – il Demone Volpe a 9 code
naruto_the_nine_tail_fox_by_mynameisneo
Nome: KURAMA – Volpe a 9 code
Numero Code: 9 code
Tipo di creatura: Volpe
Portatore: Mito, Kushina, Naruto Uzumaki
Prima Apparizione: Capitolo 001

Descrizione: Poco prima che Jiraiya cominciasse il suo combattimento con Pain, evoca Gerotora che, a dire del ninja leggendario, possiede la chiave per rinforzare il sigillo nel caso si indebolisca e per rilasciare il chakra della Volpe a Nove Code. Il Sannin raccomanda inoltre alla sua evocazione di consegnarsi a Naruto se, nel combattimento che stava per iniziare, fosse morto e di affidargli quindi il segreto della sua forza.

Con l’uscita del terzo Data Book di Naruto, è stato rivelato che il Quarto Hokage, durante la sigillazione della Volpe a Nove Code, abbia diviso il chakra del cercoterio in due parti: una parte “Yin”(cattiva) e una “Yang”(buona). L’Hokage però ha racchiuso in Naruto solo la parte “Yang” del chakra del Kyubi, mentre della parte “yin” è stata rinchiusa con Minato nel sigillo del diavolo.Minato lo ha fatto perché era impossibile sigillare tutta la volpe a nove code nel neonato Naruto così si sacrificò e rinchiuse metà chakra dentro di lui e metà dentro Naruto, e come il quarto hokage afferma, quando è nella mente di Naruto dopo la sua trasformazione in “Volpe a Otto Code”, che ha sigillato solo metà del chakra del demone in attesa del giorno dell’incontro tra Naruto e Madara Uchiha, ovvero Tobi dell’Akatsuki.

È stato rivelato che l’Organizzazione Alba deve sigillare la Volpe a Nove Code dopo gli altri otto cercoteri, altrimenti la statua del Re dell’Inferno potrebbe rompersi a causa dello squilibrio di forze.

 

Juubi – il Demone Bestia Decacoda
jubi-naruto
Nome: SHINJU – Dio Albero
Numero Code: 10 code
Tipo di creatura: Pianta
Portatore: Kaguya, Hagoromo, Madara Uchiha
Prima Apparizione: Capitolo 670

Aspetto: Dato che la sua forma completa si è vista solo di profilo in vari flashback, non si sa molto del vero aspetto del Decacoda. La sua silhouette somiglia molto a quella di Kurama, con delle protuberanze sulla schiena e dieci code. La caratteristica più prominente è l’unico occhio del mostro, il Rinne Sharingan, con quattro cerchi concentrici e nove tomoe disposte in gruppi di tre nei cerchi più vicini alla pupilla. Quando il Decacoda viene riportato in vita senza il chakra completo dell’Ottacoda e dell’Enneacoda, l’occhio ha sei tomoe; inoltre le code sono meno pelose di come appaiono nei flashback. Il corpo è grottesco, a dispetto della silhouette umanoide vista nei flashback.

Poteri: Essendo l’unione dei nove Cercoteri, il Decacoda ha un chakra immenso e molto potente. Anche nella sua forma incompleta, una Teriosfera combinata dei due Cercoteri più potenti non le ha fatto neanche un graffio. Kurama nota che è impossibile percepire la negatività del mostro, in quanto non è dotato di emozioni o ideali, come l’energia presente nell’aria e nella terra; tuttavia Naruto, entrando in Modalità Eremitica, comprende che il potere del Decacoda è incommensurabile.

 

1.687 Utenti hanno visto questa pagina